Villette a schiera, di chi sono le mura esterne? - News


Villette a schiera, di chi sono le mura esterne?

24 Aprile, 2018

A chi appartengono le mura esterne di un condominio “orizzontale”? Prima di rispondere è bene capire di cosa stiamo parlando. L’esempio classico di condominio orizzontale è quello composto da uno o più edifici di villette a schiera. Non sempre le villette a schiera devono essere raggruppate all’interno di un condominio. L’obbligo sussiste solo quando sussistono beni e servizi comuni, come l’impianto idrico, il riscaldamento o strade private comuni.

Fin qui nessun problema. Il problema, invece, sorge quando è necessario capire a chi appartiene il muro esterno della prima e dell’ultima villetta. In questo caso la legge non fornisce particolari indicazioni ma lascia al giudice valutare di volta in volta la situazione. Quando l’edificio nel suo complesso ha uniformità di altezze per esempio con un unico tetto, e le singole villette sono interconnesse architettonicamente, il giudice è portato a considerare quelle mura come condominiali. In questo caso, infatti, l’edificio deve ritenersi unico e non un semplice agglomerato di ville adiacenti.

Così, le spese per la loro manutenzione devono essere ripartire tra tutti i condomini, secondo la Corte d'Appello di Campobasso. Con sentenza n. 318/2014, il tribunale ha, infatti, disposto che la ripartizione delle spese avvenga tra tutti i condomini al fine di eseguire i lavori di ristrutturazione delle facciate dei muri esterni delle due villette, poste ai due lati opposti del complesso residenziale composto da 17 unità immobiliari, per evitare ulteriori infiltrazioni d'acqua, al di là che siano o meno muri portanti.


Vetrina Servizi

Partner e Convenzioni