Amianto in condominio, come intervenire? - News


Amianto in condominio, come intervenire?

2 Dicembre, 2017

Dicevano fosse “eterno”. Un miscuglio di cemento e amianto. L’Eternit nasce per sostituire gran parte del materiale edile perché particolarmente resistente e in grado di fornire un’ottima coibentazione. Tuttavia, quando questo materiale veniva impiegato, non si conoscevano i rischi connessi con l’uso dell’amianto. Infatti, soprattutto l’Eternit esposto ad agenti atmosferici come il sole, il vento e la pioggia, tende a sgretolarsi dopo qualche decennio, liberando micro-particelle altamente cancerogene. Ancora oggi l’amianto è presente in gran parte dei vecchi condomini, mentre una bonifica totale su tutto il territorio nazionale sarà completa solo tra 50 o 70 anni.

Ogni condominio od ogni proprietario di casa che accerti la presenza di amianto, è obbligato a dichiararlo alla Asl, secondo le disposizioni di legge. L’azienda sanitaria locale si occupa, quindi, di censirlo e di verificare la sua pericolosità. Attraverso un controllo, il responsabile incaricato dalla Asl decide se realizzare un piano di monitoraggio nel tempo sul materiale, oppure ne stabilisce la rimozione se il materiale è in cattive condizioni. La rimozione dovrà essere predisposta secondo particolari tecniche che riducano al minimo la dispersione di polveri di amianto nell’aria. Nel caso in cui non venga disposta la rimozione, il materiale dovrà essere incapsulato o coperto con specifiche tecniche. L’amianto rimosso non può essere smaltito in una discarica comune ma in apposite aree ecologiche autorizzate.

Cosa fare se il vicino di casa ha una tettoia in Eternit sul terrazzo e non fa denuncia? In questo caso, il vicino interessato può denunciarlo alla Asl o ai vigili del fuoco. Ma l’obbligo di rimozione sarà previsto solo se il materiale risulterà deteriorato. Altrimenti si procederà al trattamento con speciali vernici, con l’incapsulamento o con la sovra-copertura.

In condominio, l’amministratore è obbligato a fare un censimento dei manufatti in amianto presenti nelle aree comuni. Le spese saranno ripartite tra tutti i condomini secondo i millesimi.


Vetrina Servizi

Partner e Convenzioni