L'affittuario non paga il condominio? La responsabilitÓ Ŕ del proprietario - News


L'affittuario non paga il condominio? La responsabilitÓ Ŕ del proprietario

30 Ottobre, 2017

L’affittuario non paga le rate condominiali? La responsabilità ricade sul proprietario dell’immobile. Infatti è il condomino l’unico tenuto al pagamento degli oneri. Questo perché le delibere e il regolamento condominiale si applica esclusivamente nei confronti dei proprietari.

Anche se il contratto di locazione prevede che le spese condominiali ordinarie siano a carico dell’affittuario, l’amministratore non può esigere da questo il pagamento delle rate. Nel caso in cui il conduttore non dovesse pagare le quote relative, l’amministratore si rivolgerà direttamente al condomino. Rimane, per quest’ultimo, la possibilità di rivalersi sul conduttore che non abbia provveduto direttamente, in ogni modo sulla base agli accordi previsti nel contratto.

A confermare questa interpretazione giurisprudenziale, la recente sentenza del Tribunale di Milano del 22 giugno 2017. Nel caso specifico ricorreva in giudizio una società proprietaria in condominio di fronte ad un’ingiunzione di pagamento inviata dall’amministratore. La società si opponeva evidenziando come le unità immobiliari di sua proprietà erano state date in leasing a soggetti terzi. Il tribunale respinge il ricorso, sottolineando come, in merito alle rate condominiali, “è principio fermo in giurisprudenza che tale obbligazione grava unicamente sul proprietario dell’unità abitativa condominiale e non già su colui il quale possa apparire tale […]. Il condominio può far valere le sue ragioni creditorie relativamente al pagamento degli oneri condominiali esclusivamente nei confronti di un condomino e non già nei riguardi del conduttore o comunque di chi occupa l’appartamento senza esserne il proprietario, non avendo nei suoi confronti azioni dirette. (Cass. civ., Sez. II, 24/06/2008, n. 17201 ; Cass. civ., Sez. II, 03/08/2007, n. 17039)”.

Il tribunale, inoltre, sottolinea come qualsiasi rapporto contrattuale tra il proprietario e l’affittuario non investe il condominio, il quale ne rimane estraneo. Il giudice, quindi, esclude anche che si possa applicare la normativa che regola i rapporti tra nudo proprietario e usufruttuario.


Vetrina Servizi

Partner e Convenzioni